Fashion News:

Paris Haute Couture, Tony Ward SS 2019

Lussureggiante, iconica e suggestiva: la nuova collezione Haute Couture spring/summer 2019 di Tony Ward ha il pregio di seguire un fil rouge di estrema coerenza nel nome di uno stile che ha reso il couturier uno dei più noti e riconoscibili dall’establishment della moda internazionale.

Impossibile confondere un suo abito di alta moda con quelli di altri stilisti che sapranno sì dosare ricami e impressionare con tagli e silhouette decisamente d’effetto, ma mai quanto lui. Rispetto agli  altri stilisti di cultura mediorientale, Tony Ward sa come conciliare tutta la preziosità inimitabile dello straordinario Sapere intellettuale del suo Libano con un gusto europeo virtuosisticamente declinato in chiave del tutto personale. Il suo obiettivo non è certo quello di creare il solito ponte tra due patrimonio artistici così diversi dove potersi incontrare a metà strada con un cultura del compromesso francamente compromettente perché globalizzazione o, peggio, assimilazione, è solo annichilamento creativo.

Un vero artista ha una sua voce ed sempre uguale a se stesso, pur evolvendo la sua personalissima poetica. Difronte a questa purezza artistica che noi riconosciamo a Tony Ward a differenza di tanti altri couturier che si piegano troppo facilmente a logiche di mercato, dimenticando quanto, soprattutto nell’alta moda, essere una voce fuori dal coro e quindi unica ed esclusiva, è la sola vera ricetta per il successo.

 

Mood: A fairy tale in the wood
Lunghezze: mini o long per abiti da sera fascianti con spacco o con ampie gonne a campana con ramage
Volumi: tessuti preziosi accarezzano la silhouette femminile, la drappeggiano con morbidezza, mentre gli abiti da grand soirée hanno gonne sontuose preziosamente ricamate
Colori: nero, viola, purple, rosa cipria, bianco, oro, verde, argento
Tessuti: seta, organza, tessuti sperimentali, piume, mikado, crepe, pizzo, taffetta, shantung, tulle

 

Share :
Well done! Now you can subscribe to our newsletter click here to register.